L’ossobuco alla Milanese, come suggerisce il nome stesso, è una tipica ricetta Lombarda della città di Milano, molto semplice da preparare e soprattutto molto gustosa, diffusa in tutta Italia anche se ogni regione ne ha modificato la preparazione.

Ma di cosa si tratta esattamente? L’ossobuco è un taglio tenerissimo della carne di vitello, per l’esattezza si tratta del geretto posteriore (anche se può essere utilizzata anche la parte anteriore). Spesso circa 4 cm, l’ossobuco è caratterizzato dall’osso centrale al cui interno si trova il midollo, più grasso ma estremamente gustoso.

Il grasso, in questo piatto, ha un’importanza fondamentale: non solo è presente nel midollo – che per essere raccolto necessita di un piccolo cucchiaio posto insieme alle altre posate, come da tradizione – ma anche nel burro con cui viene cotto e mantecato il risotto.

Non esiste una data precisa che identifica di quando questo piatto sia entrato a far parte della cucina milanese, ma pare che già nel ‘700 fosse uno dei piatti tipici. Infatti, dal 14 dicembre 2007 il Comune di Milano ha concesso la Denominazione Comunale all’Ossobuco alla Milanese.

Mentre nel corso dell’Ottocento erano state già codificate le prime ricette ufficiali del risotto allo zafferano, si faceva strada anche l’abbinamento – oggi praticamente indissolubile – dell’ossobuco con il riso dall’intenso color giallo.

Se non hai mai provato questa specialità lombarda, potrai assaggiarla nel nostro ristorante.

bardelli logo chiaro-01

Eleganza e raffinatezza sono le parole che meglio descrivono la nostra location, impreziosita da piante decorative e pavimenti eleganti. 

Contatti

Lungo Ticino Visconti, 2 27100 Pavia PV

Seguici

Rimani aggiornato

© Bardelli 2021. Tutti i diritti riservati. Creato da Incrementoo